Diventa insostituibile (4 qualità)

Perché devi fare un passo in più?

Dal 21 aprile 2021 sarà indispensabile avere l’attestato rilasciato dalla regione per poter lavorare come assistente di studio dentistico.

Questo darà a tutte una formazione di base ed un attestato, ma non sarà la garanzia di assunzione e carriera come ASO. Facilmente succederà il contrario: più concorrenza (ieri si veniva assunte e si imparava sul campo, oggi basta pagare per diventare aso) e si creerà un appiattimento, ed è qui che diventerà indispensabile avere una carta in più da giocare.

Di questo si occupa “ASO in carriera”: come far diventare un assistente di studio odontoiatrico insostituibile e indispensabile. 

Le qualità, secondo noi, fondamentali:

  1. Disponibilità intesa non solo come flessibilità negli orari di lavoro (siamo ostaggio di ritardi e imprevisti più di altre attività).
    E’ una qualità la disponibilità intesa anche come spirito di iniziativa e voglia di prendersi delle responsabilità.
  2. Sentire lo studio come proprio, prendendosene cura come se fosse casa propria.
    Giulia regolarmente si siede sul riunito e guarda lo studio con gli occhi del paziente, controllando la lampada del riunito, gli scaffali, l’angolo della sala che sia tutto pulito e in ordine, sembra una banalità ma aiuta davvero molto. Propone decorazioni per le festività e cura l’aspetto della sala d’attesa come se dovesse ricevere i propri ospiti.
  3. Voglia di mettersi in gioco e di cogliere le opportunità che vengono proposte dallo studio (ad esempio il progetto asoincarriera) o informarsi sulle nuove tecniche di marketing e comunicazione. Questo, tra le altre cose, evita la routine, incrementa le nostre competenze e le nostre giornate con argomenti nuovi.
    Bisogna essere i primi a mostrare interesse in questi progetti che non per forza devono essere attività di studio ma sono inserite all’interno della costruzione di un team. L’entusiasmo nella  partecipazione crea un clima positivo.
  4. Fare squadra, condividendo anche le cose che ci piacciono e cercando di integrarle con l’attività lavorativa per trovare dei punti in comune. Un po’ come fanno le aziende quando si occupano di eventi team building.

Sembrano cose lontane dalle competenze tecniche professionali ma rendono piacevoli le giornate, soprattutto in un contesto di poche persone.

Se queste qualità ti appartengono falle emergere, anche nel curriculum, perché le competenze tecniche si apprendono sul campo, lo spirito e l’atteggiamento si portano da casa 🙂

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra (Google Analytics, Pixel di Facebook e Mailchimp). maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi